Accessibilità

Autorizzazione paesaggistica

Se devi realizzare interventi edilizi e non, che modifichino il paesaggio e/o l'aspetto esteriore dell'immobile, in aree soggette a vincolo paesaggistico, devi richiedere e ottenere la relativa autorizzazione paesaggistica. A seconda del tipo di intervento la procedura può essere ordinaria o semplificata. Devi rivolgerti a un tecnico abilitato.

Cos'è
Requisiti e dettagli

I proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili ed aree di interesse paesaggistico, tutelati dal D.lgs. n. 42/2004, a termini dell'articolo 142, o in base alla legge, a termini degli articoli 136, 143, comma 1, lettera d), e 157, non possono distruggerli, né introdurvi modificazioni che rechino pregiudizio ai valori paesaggistici oggetto di protezione. I soggetti di cui sopra hanno l'obbligo di presentare alle amministrazioni competenti il progetto degli interventi che intendano intraprendere, corredato dalla prescritta documentazione, ed astenersi dall'avviare i lavori fino a quando non ne abbiano ottenuta l'autorizzazione. La documentazione a corredo del progetto è preordinata alla verifica della compatibilità fra interesse paesaggistico tutelato ed intervento progettato. L'autorizzazione paesaggistica costituisce atto autonomo e presupposto rispetto al permesso di costruire o agli altri titoli legittimanti l'intervento urbanistico-edilizio. Fuori dai casi di cui all'articolo 167, commi 4 e 5, del D.lgs. n. 42/04 l'autorizzazione non può essere rilasciata in sanatoria successivamente alla realizzazione, anche parziale, degli interventi. L'autorizzazione paesaggistica prevista dal D.lgs n. 42/04 può essere ordinaria o semplificata . L'autorizzazione paesaggistica con procedura semplificata viene presentata per interventi di lieve entità, elencati nell'allegato 1 del Regolamento di cui al DPR n.139 del 9.07.2010.

 

Per procedimenti relativi ad attività economiche occorre presentare l'istanza per il tramite del portale SuapER.

Modalità di richiesta
Modulo da compilare e consegnare a sportello; Modulo da compilare e inviare con P.E.C.; Modulo da compilare e inviare con posta cartacea; Servizio on line
Servizio Online

Il servizio è online solo per i procedimenti inerenti le attività produttive.
SuapER

Come accedere ai servizi online
Autenticazione Federa livello alto
Modalità di erogazione / Canali
Sportello; Invio documento con P.E.C.
Tempi e costi
Costi a carico del cittadino / impresa

Per la presentazione di istanze in materia paesaggistica sono dovuti i diritti di segreteria;

Per il dettaglio importi consultare la Delibera di Giunta Comunale n. 98/2017

Responsabili e strumenti di tutela
Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti della pubblica amministrazione è sempre ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria o amministrativa (art. 113 Cost.)

L'organo competente per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono il Tribunale Amministrativo Regionale della Regione Emilia Romagna (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

 

Termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale:
60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’atto medesimo.

 

Termini per presentare un ricorso contro il silenzio della pubblica amministrazione
L'azione può essere proposta trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento amministrativo.

 

Termini per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi
L'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un controinteressato.

 

Strumenti di tutela amministrativa

Ricorso in opposizione: avanti la stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, entro 30 giorni; 
Ricorso gerarchico: avanti l’Autorità gerarchicamente superiore, entro 30 giorni; 
Ricorso straordinario al Capo dello Stato: entro 120 giorni dalla notificazione, comunicazione o conoscenza dell'atto impugnato ritenuto illegittimo (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).

Altre informazioni utili
Normativa

Decreto Legislativo n.42 del 22.01.2004

DPR 31/2017

DPCM 12/12/2005

Ufficio al quale rivolgersi

Edilizia privata ed urbanistica

Responsabile: Oreste Capelli

Contatti

Telefono: 0536 971.822 PEC: comune.frassinoro@pec.it

Orari

martedì, giovedì, sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30

Sede

Piazza Miani 16 - 41044 Frassinoro 

Avvisi recenti
08.05.2020

BANDO GAL "Azione 1.2.3. Sostegno a investimenti di nuove imprese (START-UP)"

Sostegno alle nuove imprese extra agricole per rilanciare l'economia della montagna.

17.01.2020

BANDO GAL A1.1 - Investimenti in imprese agricole 2019

Beneficiari: imprese agricole sia quelle in forma singola, che quelle in forma aggregata quale quella cooperativa, nonché le imprese agricole costituenti “Comunioni a scopo di godimento”. Scadenza prorogata al: 06/03/2020

18.03.2019

Le acque del Dolo e del Dragone tra energia e paesaggio

Un progetto per nuovi turismi nell’Appennino modenese e reggiano

Vedi tutti gli avvisi