Accessibilità

Cittadinanza italiana

La cittadinanza italiana si può ottenere in diversi modi. I principali sono: 1) prestando giuramento davanti all'Ufficiale dello Stato Civile entro sei mesi dalla data di notifica del decreto di concessione per residenza o matrimonio, emesso dal Ministero degli Interni o dal Prefetto ; 2) rendendo una dichiarazione all'Ufficiale dello Stato Civile del comune di residenza tra i 18 e i 19 anni per i cittadini stranieri nati in Italia. I figli minori conviventi dei neo cittadini diventano automaticamente italiani a seguito del giuramento/dichiarazione dei genitori.

Per le informazioni circa le modalità di richiesta del decreto del Ministro degli Interni o del Prefetto consulta il sito del Ministero e della Prefettura www.interno.gov.it e www.prefettura.it.

 

Si consiglia ai cittadini stranieri, interessati ad approfondire l'argomento di persona, di contattare l'ufficio di stato civile.

 

Stato civile

Contatti

Telefono: 0536 971 813
Email: alba.bianchi@comune.frassinoro.mo.it
PEC: comune.frassinoro@pec.it

Orari

dal lunedì al sabato, dalle 8.30 alle 12.30

Per le pubblicazioni di matrimonio, per gli accordi di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio è necessario fissare un appuntamento.

Sede

Piazza Miani n.16 - 41044 Frassinoro (Mo)

Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti della pubblica amministrazione è sempre ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria o amministrativa (art. 113 Cost.)

L'organo competente per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono il Tribunale Amministrativo Regionale della Regione Emilia Romagna (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

Termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale:

60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’atto medesimo.

Termini per presentare un ricorso contro il silenzio della pubblica amministrazione

L'azione può essere proposta trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento amministrativo.

Termini per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi

L'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un controinteressato.

Strumenti di tutela amministrativa

  • Ricorso in opposizione: avanti la stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, entro 30 giorni; 
  • Ricorso gerarchico: avanti l’Autorità gerarchicamente superiore, entro 30 giorni; 
  • Ricorso straordinario al Capo dello Stato: entro 120 giorni dalla notificazione, comunicazione o conoscenza dell'atto impugnato ritenuto illegittimo (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).
Normativa

DPR 396/2000, .L. 91/1992, DPR 572/1993, DPR 362/1994, L. 94/2009

Altre informazioni

Con il sistema informatizzato curato dal Ministero dell'Interno - Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione – non si useranno più i modelli cartacei.

L'avvio della nuova modalità informatica prevede l'invio on line dell'istanza di cittadinanza.

Bisogna

  1. registrarsi sul portale dedicato https://cittadinanza.dlci.interno.it,
  2. compilare la domanda, utilizzando le credenziali d'accesso ricevute a seguito della registrazione
  3. trasmettere in formato elettronico, insieme ad un documento di riconoscimento, gli atti formati dalle autorità del Paese di origine (atto di nascita e certificato penale), la ricevuta del pagamento del contributo di euro 200,00 previsto dalla legge n. 94/2009

 

Se sei un cittadino straniero, o apolide, coniugato con un cittadino italiano puoi richiedere la cittadinanza italiana se:

  1. Risiedi legalmente in Italia da almeno due anni dopo il matrimonio (in presenza di figli nati o adottati basta la metà)
  2. Residente all'estero, dopo tre anni dalla data del matrimonio. 

Se sei un cittadino straniero residente in Italia puoi richiedere la cittadinanza italiana se:

    1. sei nato in Italia
    2. sei figlio o nipote in linea retta di cittadini italiani per nascita, e residente legalmente in Italia da almeno 3 anni
    3. sei cittadino U.E. residente legalmente in Italia da almeno 4 anni
    4. sei apolide o rifugiato residente legalmente in Italia da almeno 5 anni
    5. sei cittadino straniero residente legalmente in Italia da almeno 10 anni

Il termine per la definizione del procedimento è di 730 gg. dalla data di presentazione della domanda, se questa è stata presentata con la documentazione regolare e completa. Conclusa favorevolmente l'istruttoria, accertato che non vi siano motivi ostativi per la sicurezza dello Stato italiano, si predispone il provvedimento di concessione della cittadinanza. Entro 6 mesi dalla notifica del provvedimento si deve prestare giuramento al Comune di residenza.

Avvisi recenti
21.03.2022

Concessioni cimiteriali

Informazioni relative alle concessioni cimiteriali scadute e in scadenza nei cimiteri del comune di Frassinoro

26.11.2021

Rilascio certificazioni on-line da parte di ANPR

Servio accessibile dal 15 novembre tramite identità digitale (CIE, SPID, CNS)

Vedi tutti gli avvisi